Aran Newform Ufficio
Aran Cucine

REACH

Aran World opera nel rispetto di REACH

REACH è il Regolamento per la Registrazione, la Valutazione, l'Autorizzazione e la Restrizione delle sostanze Chimiche. È entrato in vigore il 1º giugno 2007 per rendere più efficace e migliorare il quadro legislativo precedente sulle sostanze chimiche nell'Unione europea (UE). REACH attribuisce all'industria una maggiore responsabilità sulla gestione dei rischi che le sostanze chimiche possono presentare per la salute e l'ambiente.

Gli obiettivi di REACH sono:

  • Migliorare la protezione della salute umana e dell'ambiente contro i possibili rischi presentati dalle sostanze chimiche
  • Aumentare la competitività dell'industria chimica dell'UE, settore chiave per la sua economia.
  • Promuovere metodi alternativi per la valutazione dei pericoli delle sostanze
  • Garantire la libera circolazione di sostanze nel mercato interno dell'Unione europea

REACH fa sì che l'industria si assuma maggiori responsabilità sulla gestione dei rischi delle sostanze chimiche e fornisca ai propri utilizzatori informazioni corrette sulla sicurezza.

Parallelamente, prevede la possibilità che l'Unione europea adotti provvedimenti supplementari su sostanze altamente pericolose, per le quali occorre un'azione integrativa a livello dell'UE.

REACH crea anche l'Agenzia europea delle sostanze chimiche (ECHA ) alla quale affida un ruolo centrale di coordinamento e attuazione in tutto il processo.

Tutti i fabbricanti e gli importatori di sostanze chimiche devono identificare e gestire i rischi legati alle sostanze che fabbricano e commercializzano. Per quanto riguarda le sostanze prodotte o importate in quantitativi pari o superiori a 1 tonnellata all'anno per ciascuna impresa, i fabbricanti e gli importatori devono dimostrare di aver rispettato il regolamento mediante un fascicolo di registrazione da presentare all'Agenzia.

Una volta ricevuto il fascicolo di registrazione, l'Agenzia può controllare la conformità al Regolamento e valutare le proposte di sperimentazione al fine di garantire che la valutazione delle sostanze chimiche non porti ad una sperimentazione non necessaria, specialmente sugli animali.

Ove opportuno, le autorità possono anche selezionare sostanze problematiche da sottoporre ad una valutazione più approfondita.

REACH prevede anche un sistema di autorizzazione volto a garantire che le sostanze estremamente preoccupanti siano controllate in modo adeguato e sostituite gradualmente da sostanze o tecnologie più sicure, che comportano un beneficio generale per la società che le utilizza. Queste sostanze saranno studiate in via prioritaria e, col tempo, inserite nell'Allegato XIV. Dopodiché, l'industria dovrà richiedere l'autorizzazione dell'Agenzia per continuare ad usarle. Inoltre, le autorità dell'UE possono imporre delle restrizioni sulla fabbricazione, sull'uso o sull'immissione sul mercato di sostanze che determinano un rischio inaccettabile per la salute umana o per l'ambiente.

Fabbricanti e importatori devono fornire ai loro utilizzatori a valle le informazioni necessarie sui rischi, affinché questi possano usare le sostanze in questione in condizioni di sicurezza. A tal fine, si utilizzeranno il sistema di classificazione ed etichettatura e le schede dati di sicurezza (SDS), ove opportuno.

Negli ultimi anni sono stati elaborati degli orientamenti per l'industria e le autorità al fine di agevolare l'applicazione di REACH. Questi documenti di orientamento sono stati redatti e discussi nell'ambito di progetti guidati dai servizi della Commissione europea, con la partecipazione di tutte le parti interessate: l'industria, gli Stati membri, le organizzazioni non governative e la Commissione europea.

Per maggiori informazioni è possibile scaricare il documento, cliccando sul link: Reach