Aran Newform Ufficio
Aran Cucine

Energie rinnovabili

Aran World si impegna sempre di più nei confronti della tutela e del rispetto dell'ambiente col progetto di copertura della maggior parte dell'area produttiva con pannelli fotovoltaici che producono energia verde allo scopo di essere autosufficienti dal punto di vista energetico. Sono stati realizzati quattro impianti di produzione di energia elettrica da conversione fotovoltaica per complessivi 2,17 MW di potenza di picco installata. Tali impianti consentono la produzione di circa 2500 MWh/anno di energia elettrica. Gli impianti consentono, inoltre, di risparmiare ogni anno circa 390 TEP (tonnellate equivalenti di petrolio) di combustibile fossile e, quindi, di evitare, ogni anno, l'emissione in ambiente di circa 1033 tonnellate di anidride carbonica, 1400 Kg di biossido di zolfo, 1100 Kg di NOX, 50 Kg di polveri sottili (PM10). Gli impianti di captazione sono stati realizzati sulle coperture degli edifici, architettonicamente integrati con esse e a bassissimo impatto visivo; la componentistica è stata scelta fra quella più affidabile ed efficiente esistente sul mercato per garantire un elevato valore di rendimento di conversione.
La conversione fotovoltaica consiste nella trasformazione diretta dell’energia solare (energia raggiante) in energia elettrica mediante dispositivi allo stato solido (celle fotovoltaiche) basati su materiali semiconduttori (effetto fotovoltaico). L’energia elettrica prodotta con tecnologie fotovoltaiche, pertanto, viene a pieno titolo annoverata fra le energie prodotte da fonti rinnovabili che, rispetto alle energie prodotte da fonti convenzionali (generalmente fonti fossili classificabili come “non rinnovabili”) sono portatrici di molteplici benefici di carattere sociale ed ambientale in quanto il loro utilizzo consente:

  • Il risparmio delle fonti fossili (per definizione “esauribili”);
  • La mancata emissione di gas serra in atmosfera (principalmente anidride carbonica - CO2), responsabile della distruzione dello strato di ozono posto ai limiti dell’atmosfera terrestre che ci difende dal “bombardamento” di particelle ad alta energia (c.d. raggi ultravioletti), dovuta alla combustione delle fonti fossili necessaria per produrre energia termica nelle centrali elettriche;
  • L’aumento del rendimento del Sistema Globale di Produzione e Distribuzione di Energia Elettrica in quanto il rendimento netto di trasformazione energetica di un impianto fotovoltaico è superiore al rendimento netto della trasformazione dell’energia chimica contenuta nella fonte fossile in energia elettrica (significa che per produrre un KWh di energia elettrica il sistema fotovoltaico è più efficiente e, quindi, fa meno danno all’ambiente); inoltre l’impianto fotovoltaico consente la realizzazione di sistemi distribuiti di produzione dell’energia con conseguente scarico delle linee di trasmissione dell’energia meno investimenti della collettività per la realizzazione delle reti.